Sostieni l'editoria indipendente, fai una donazione volontaria a Velletri Life
IBAN: IT40H0760114800001030033649

intestato a Rocco Della Corte

11/06/2021 Ospedale di Velletri, ecco la determina: l'importo per il rilancio è di € 27.028.000    |     11/06/2021 A Velletri inaugurato il "Giardino Segreto"    |     11/06/2021 Alta velocità, link e corse: le proposte di Trenitalia per l'estate in Lazio    |     11/06/2021 "Magdalena": il Vangelo di don Gaetano Zaralli    |     11/06/2021 "I cinque sensi nel bosco": attività per ragazzi sul Monte Artemisio a Velletri    |     11/06/2021 Giovanni Scifoni alla Mondadori di Frascati firma le copie di "Senza offendere nessuno"    |     10/06/2021 Designati i vincitori del Premio Velletri Libris 2021    |     10/06/2021 Se l’autovelox non è omologata niente multa per superamento dei limiti di velocità    |     10/06/2021 "Andar per orti, vigne e giardini": con l'Ecomuseo della Terra Amena un week end da sogno a Velletri    |     10/06/2021 Fausto Servadio sull'Ospedale: "In passato progetti rimasti sogni, i cittadini di Velletri meritano risposte"    |    

INTERVISTE

venerdì 23 aprile 2021





OTTIMI RISULTATI

Il Landi primeggia in Italia, intervista ai protagonisti del concorso nazionale di Robotica






Il Liceo Scientifico 'Ascanio Landi' di Velletri ha vinto un importante concorso nazionale di robotica classificandosi dunque primo in Italia. Abbiamo già parlato, su Velletri Life Giornale, del successo conseguito dagli allievi del Liceo veliterno. Oggi pubblichiamo un'intervista realizzata direttamente dagli studenti del progetto giornalistico 'La Gazzetta del Landi', di cui il nostro direttore Rocco Della Corte è tutor esterno. 

 

Nei giorni 15 e 16 aprile 2021 la squadra MARRtin Tuffatore (nome ispirato dalla tendenza dei robot a ''tuffarsi'' dai ripiani, come l'uccello martin pescatore) del Liceo Scientifico e Linguistico Ascanio Landi di Velletri ha partecipato alla gara nazionale di robotica Hack MARRtino, organizzata e supervisionata da enti astronomici come l'ESA, l'ASI, l'INAF. Gli alunni coinvolti nella competizione ossia Federico Di Palma, Simona Colasanti, Elena Ruggiero, Gabriele Ludovisi e Harsimran Singh, coordinati dalla prof.ssa Sabina Sabatini, hanno riportato una significativa vittoria,  nonostante fosse la loro prima partecipazione ad un evento simile.

Noi della redazione La Gazzetta del Landi abbiamo intervistato i ragazzi e la professoressa, chiedendogli qualche informazione e curiosità riguardo il loro percorso e la loro esperienza nella competizione.

Il progetto, dice la prof.ssa Sabatini, è nato grazie alla facoltà di Ingegneria Informatica e Gestionale della Sapienza di Roma. E' stato suddiviso in due anni, una prima fase di allestimento lo scorso anno scolastico, 2019/2020, che ha visto l'interruzione della loro attività per il lockdown a causa della pandemia da Covid-19;  e una seconda fase di programmazione (ovvero il corrente anno). Il robot realizzato, Martino,  riceve comandi wireless da un pc, equipaggiato di batteria da 12 V, due motori;  ha la capacità di muoversi, orientandosi con quattro sensori, è in grado di cambiare velocità e di spostarsi percependo lo spazio limitrofo.

Dopo averci spiegato in breve il loro percorso, abbiamo chiesto informazioni riguardo la gara a cui hanno partecipato. La professoressa, nonché tutor dell’attività di PCTO (Percorsi per le Competenze Trasversali e per l’Orientamento) valida per i ragazzi in prospettiva del futuro esame di Stato, continua a spiegarci che la gara è stata voluta fortemente dagli alunni. La competizione ha visto due parti: la prima in cui i ragazzi hanno dovuto presentare il loro progetto ad una giuria, che doveva attribuire o meno i fondi (simulando quello che accade alla presentazione delle proposte per progetti esplorativi reali) e una seconda parte, in cui dovevano controllare un robot a distanza, che si trovava a Torino, col fine di muovere correttamente il robot e trovare i tag (QR Code posti sul terreno, che davano punti aggiuntivi al loro raggiungimento). L’attribuzione della valutazione si basava sia sulla presentazione, che sui codici trovati.

Ci raccontano, poi,  delle varie difficoltà, come il terreno sabbioso e irregolare, usato anche nelle simulazioni per i robot destinati all'esplorazione su Marte. Nonostante alcuni incidenti di percorso, il rover pilotato e programmato da Singh, co-pilotato da Di Palma, con i ‘cercatori’ Ruggiero e Ludovisi e la ‘cronista’, nonché mediatrice, Colasanti è riuscito a battere il record della precedente edizione della maratona.

Le ragazze e i ragazzi ci hanno parlato, inoltre,  dei loro punti di forza come team, ovvero la coesione e la capacità di reagire velocemente agli imprevisti, ingredienti fondamentali di vantaggio durante la prova.

La professoressa Sabatini insieme all'attuale gruppo di lavoro, vedono nel loro futuro scolastico la continuazione di questo progetto, col fine di migliorare ancora di più Martino e mirare a soddisfazioni sempre maggiori.

 

Margherita Lanna e Niccolò Zaccagnini








































Note Legali


Velletri Life - www.velletrilife.com

Testata giornalistica registrata con autorizzazione del Tribunale di Velletri n°13/2013 in data 11-09-2013.

Aggiornamenti quotidiani in tempo reale.
Service Provider: Aruba

Per inviare comunicati e segnalazioni:
redazionevelletrilife@gmail.com

VelletriLife
VelletriLife

Il sito si avvale unicamente di cookies tecnici




CONTATTI: Redazione Velletri Life


Proprietario e Direttore Editoriale: Dott. Rocco Della Corte
In redazione: Giuseppe Mommo, Pier Luigi Starace, Antonio Della Corte.

Orari di apertura della Redazione (su appuntamento)
Sede: Via IV Novembre, 11 - 00049 Velletri (RM)

Dal Lunedì al Venerdì: 9,30-13,00
Sabato e Domenica: Chiuso.
Redazione web sempre operativa

Note legali e pubblicità
Publiredazionale
Vendita spazi pubblicitari

Info pubblicità: marketing@velletrilife.com

Modalità di pubblicazione


Le collaborazioni con il Giornale sono da considerarsi del tutto gratuite e volontarie, salvo diverso accordo scritto con la Redazione. Tutti i collaboratori non hanno pertanto introiti e svolgono questo lavoro per sola passione. I materiali spediti in Redazione via email (articoli, immagini, interviste, etc) non verranno in nessun caso restituiti.
La Redazione si riserva di pubblicare o meno i contenuti ricevuti a proprio insindacabile giudizio. Per la riproduzione o la citazione di articoli, immagini e/o contenuti è gradita una richiesta specifica via email. Talvolta vengono utilizzate immagini di repertorio tratte dal web: controlliamo scrupolosamente la fonte, ma qualora doveste ravvisare la presenza di immagini di vostra proprietà qui pubblicate inviateci una email e provvederemo a rimuoverle immediatamente.