Sostieni l'editoria indipendente, fai una donazione volontaria a Velletri Life
IBAN: IT40H0760114800001030033649

intestato a Rocco Della Corte

11/06/2021 Ospedale di Velletri, ecco la determina: l'importo per il rilancio è di € 27.028.000    |     11/06/2021 A Velletri inaugurato il "Giardino Segreto"    |     11/06/2021 Alta velocità, link e corse: le proposte di Trenitalia per l'estate in Lazio    |     11/06/2021 "Magdalena": il Vangelo di don Gaetano Zaralli    |     11/06/2021 "I cinque sensi nel bosco": attività per ragazzi sul Monte Artemisio a Velletri    |     11/06/2021 Giovanni Scifoni alla Mondadori di Frascati firma le copie di "Senza offendere nessuno"    |     10/06/2021 Designati i vincitori del Premio Velletri Libris 2021    |     10/06/2021 Se l’autovelox non è omologata niente multa per superamento dei limiti di velocità    |     10/06/2021 "Andar per orti, vigne e giardini": con l'Ecomuseo della Terra Amena un week end da sogno a Velletri    |     10/06/2021 Fausto Servadio sull'Ospedale: "In passato progetti rimasti sogni, i cittadini di Velletri meritano risposte"    |    

INTERVISTE

mercoledì 19 maggio 2021





IL PRESIDENTE DEL CONSIGLIO

Ospedale di Velletri, Sergio Andreozzi: "Immaginiamo un nosocomio a vocazione chirurgica?"






Il dibattito sull'Ospedale continua a tenere banco. Ad entrare nella discussione, con un lunghissimo e articolato post, anche il presidente del Consiglio Comunale Sergio Andreozzi.

 

Il consigliere di Velletri e Beni Comuni, che presiede l'assise, ha ripercorso i punti salienti della gestione sanitaria negli ultimi quarant'anni allargando il discorso alle dinamiche regionali e nazionali.

 

Ha poi lanciato la sua proposta, non nuova in realtà nelle sue dichiarazioni, per il 'Paolo Colombo' di Velletri: 'Considerando le nuove patologie emergenti e l’aumento dell’età media di aspettativa di vita, si renderà necessario adeguare alcune strutture periferiche presenti in ogni ASL in centri di accoglienza per tali necessità. In altri casi potrebbe essere opportuno creare centri di specialità chirurgica o di alta diagnostica per gli interventi programmabili e per la prevenzione e cura delle patologie di rilievo nazionale. Immaginiamo ad esempio un ospedale di Velletri con vocazione chirurgica nel quale siano inviati tutti i pazienti della AUSL per interventi programmati in chirurgia generale, otorino, ortopedia, ginecologia. Un ospedale strutturalmente provvisto di un pronto soccorso efficiente, un reparto di rianimazione, alte tecnologie diagnostiche invasive e per immagini, un efficiente laboratorio analisi per interni e varie sale operatorie. In egual modo ci piace immaginare un ospedale di Frascati (vale anche il viceversa) a vocazione medica dove sono presenti reparti di alta specialità di diagnostica, terapia e cura di patologie ematologiche, polmonari, endocrine, epatologiche ed infettivologiche con annesso pronto soccorso, un laboratorio analisi per interni, reparto di alta tecnologia per immagini e un reparto della terapia del dolore; L’Ospedale di Anzio (anche in questo caso valgono i viceversa) lo immagiamo invece come centro a vocazione pediatrica, cardiologica e per patologie ipertensive, dove è presente un centro nascite con rianimazione neonatale, una UTIC e sala interventi in day hospital, una unità di rianimazione, un pronto soccorso pediatrico, una radiologia con diagnostica per immagini, un laboratorio analisi. In tutte e tre le strutture andrebbero previste sale visite per attività di specialistica di pertinenza. Per quanto concerne la lungodegenza, la riabilitazione e la cura delle patologie emergenti si potrebbero utilizzare le esistenti strutture di Genzano, Albano e Marino (i previsti ospedali di comunità) con annesso punto di prima accoglienza, reparti con un numero sufficiente di posti letto, un servizio di radiologia. A fare da HUB a tutti questi rinnovati spock l’ospedale dei Castelli, centro di riferimento di AUSL, inquadrato come DEA di secondo livello e provvisto di almeno tre dipartimenti di alta specialità (traumatologia, neurologia, cardiochirurgia con emodinamica) ed un laboratorio analisi centralizzato. . Un sistema di tutela della salute che potremmo chiamare “diffuso”, che potrebbe rilevarsi efficiente, efficace e magari anche più economico'.

 

Una sorta di riorganizzazione che tenga presente tutte le strutture e le valorizzi in una determinata branca, mantenendo il NOC come perno centrale: questa, in sintesi, la posizione di Andreozzi che con l'idea di tutela della salute a sistema diffuso contribuisce alla discussione sul futuro dell'Ospedale di Velletri (e non solo).








































Note Legali


Velletri Life - www.velletrilife.com

Testata giornalistica registrata con autorizzazione del Tribunale di Velletri n°13/2013 in data 11-09-2013.

Aggiornamenti quotidiani in tempo reale.
Service Provider: Aruba

Per inviare comunicati e segnalazioni:
redazionevelletrilife@gmail.com

VelletriLife
VelletriLife

Il sito si avvale unicamente di cookies tecnici




CONTATTI: Redazione Velletri Life


Proprietario e Direttore Editoriale: Dott. Rocco Della Corte
In redazione: Giuseppe Mommo, Pier Luigi Starace, Antonio Della Corte.

Orari di apertura della Redazione (su appuntamento)
Sede: Via IV Novembre, 11 - 00049 Velletri (RM)

Dal Lunedì al Venerdì: 9,30-13,00
Sabato e Domenica: Chiuso.
Redazione web sempre operativa

Note legali e pubblicità
Publiredazionale
Vendita spazi pubblicitari

Info pubblicità: marketing@velletrilife.com

Modalità di pubblicazione


Le collaborazioni con il Giornale sono da considerarsi del tutto gratuite e volontarie, salvo diverso accordo scritto con la Redazione. Tutti i collaboratori non hanno pertanto introiti e svolgono questo lavoro per sola passione. I materiali spediti in Redazione via email (articoli, immagini, interviste, etc) non verranno in nessun caso restituiti.
La Redazione si riserva di pubblicare o meno i contenuti ricevuti a proprio insindacabile giudizio. Per la riproduzione o la citazione di articoli, immagini e/o contenuti è gradita una richiesta specifica via email. Talvolta vengono utilizzate immagini di repertorio tratte dal web: controlliamo scrupolosamente la fonte, ma qualora doveste ravvisare la presenza di immagini di vostra proprietà qui pubblicate inviateci una email e provvederemo a rimuoverle immediatamente.