fai una donazione a Velletri Life
IBAN: IT40H0760114800001030033649

intestato a Rocco Della Corte

01/08/2021 Luca Manfredi, un friccico ner core e la semplicità di Nino al “Parco dei libri” di Genzano    |     01/08/2021 Sebastiano Somma tra Santiago ed Hemingway: al Chiostro di Velletri applausi per “Il vecchio e il mare”    |     30/07/2021 Trofeo Luigi Fagioli di Gubbio: tutto pronto, anche i piloti DrcSportManagement di Velletri    |     30/07/2021 "Il prete senza scia": il Vangelo di don Gaetano Zaralli    |     30/07/2021 Le quote condominiali sono dovute anche se l’appartamento rimane inutilizzato?    |     30/07/2021 Enrico Ianniello e la storia di Alfredino Rampi a "Velletri Libris"    |     30/07/2021 Addio a Patrizia Gatti: aveva 63 anni. Il cordoglio di tutta Velletri    |     29/07/2021 Costantino D’Orazio e le donne nell’arte e nella storia: presentato ad Ariccia “Vite d’artiste eccellenti”    |     29/07/2021 A Genzano aspettando "Rock per un bambino" a Parco Sforza    |     29/07/2021 “Scritti dal territorio”, una rassegna letteraria a Lariano: due giorni di eventi in Piazza Sant’Eurosia    |    

ATTUALITÀ

giovedì 22 luglio 2021





CONTRO LA SCELTA DEL COMUNE

Assistenza domiciliare a Velletri: introdotta la compartecipazione alle spese. Lo sdegno del Comitato






Lo scorso 30 novembre 2020, il Consiglio Comunale di Velletri ha votato il nuovo “Regolamento distrettuale per l’Assistenza domiciliare sociale, l’Assistenza domiciliare integrata e l’Assistenza domiciliare educativa minori”. Il provvedimento è stato approvato all’unanimità dei presenti, 20 su 25, quindi con un chiaro accordo trasversale tra maggioranza e opposizione. Per chi non conosce la materia, basti dire in estrema sintesi, che il Regolamento a livello distrettuale tra i Comuni di Velletri e Lariano, nel territorio di riferimento della ASL 6, regola il servizio finanziato in gran parte dalla Regione Lazio e in quota integrativa dai singoli comuni, rivolto alle persone con gravi disabilità per fornire loro, secondo determinati criteri, un servizio di assistenza attraverso operatori specializzati.

 

In molti casi, anzi tutti, si tratta di un minimo aiuto, parliamo mediamente di 1 h al giorno a persona, che integra in misura marginale uno straordinario impegno delle famiglie che di fatto si fanno carico interamente dell’assistenza, con risorse proprie, finanziarie, ma anche di impegno diretto nella cura e assistenza. Nella sola Città di Velletri, i dati ufficiali del servizio competente, segnalano poco più di 100 cittadini che risultano destinatarie del servizio. Fino all’approvazione del nuovo Regolamento non era prevista alcuna forma di compartecipazione alla spesa da parte dei titolari del diritto, pertanto nell’ambito delle diverse esigenze le risorse disponibili riuscivano ugualmente a rispondere alle domande presentate. Tuttavia, in costanza di risorse disponibili, non risultano infatti riduzioni di finanziamenti regionali, senza che fosse palese una specifica esigenza e/o difficoltà di carattere finanziario od organizzativo, viene introdotto “in sordina” il meccanismo di compartecipazione alle spese da parte degli utenti.

 

Tradotto concretamente, nei casi più eclatanti, per ogni ora di servizio riconosciuta, gli utenti possono arrivare a contribuire pagando interamente il costo orario del servizio pari a 20.00 €/h. In sostanza come efficacemente spiega il logo del Comitato appositamente costituito “0-20”, passiamo da un contributo da 0/h € e 20 €/h, che su base mensile in relazione alle ore assegnate può arrivare ad oltre 700 € al mese. Oltretutto, dallo scorso novembre, nessuna comunicazione, anche informale è stata anticipata agli utenti che solo con un’approssimativa modalità di comunicazione, prima brevi mano, poi per Raccomandata A/R, a partire dal mese di marzo venivano informati e costretti ad esercitare un’opzione di rinuncia parziale o totale al servizio. Un quadro desolante per diversi aspetti che in un periodo delicatissimo per la salute pubblica, colpisce proprio i più fragili e le loro famiglie, con modalità a dir poco superficiali. Su come è stata gestita questa vicenda potremo poi entrare, per ora ci limitiamo ad osservare che nessuno in Consiglio, prima del voto unanime, ha sentito l’esigenza di un confronto come peraltro previsto anche dalle disposizioni regionali.

 

Al momento 22 persone hanno rinunciato totalmente al servizio perché troppo oneroso, altre si apprestano a farlo altre ancora intendono rinunciare parzialmente. Ovviamente, per molti si pone un grave problema economico e nella prospettiva di non poter sostenere la compartecipazione richiesta, rinunciano malgrado un’indubbia necessità. Un contesto che ha generato un forte allarme tra gli utenti del servizio, che con l’aiuto di altri cittadini hanno scelto di non vivere questa vicenda in solitudine, ma di unirsi con altri per rivendicare, prima di tutto, il diritto all’ascolto. Ora, visto che nelle sedi più o meno formali, grazie anche all’azione sui social, tutti hanno riconosciuto l’errore, chiediamo e attendiamo atti conseguenti che possono essere assunti con URGENZA anche solo a livello di Giunta a partire dalla sospensione del nuovo Regolamento per tutto il 2021 al fine di aprire un confronto autentico con tutti i portatori di interesse.








































Note Legali


Velletri Life - www.velletrilife.com

Testata giornalistica registrata con autorizzazione del Tribunale di Velletri n°13/2013 in data 11-09-2013.

Aggiornamenti quotidiani in tempo reale.
Service Provider: Aruba

Per inviare comunicati e segnalazioni:
redazionevelletrilife@gmail.com

VelletriLife
VelletriLife

Il sito si avvale unicamente di cookies tecnici




CONTATTI: Redazione Velletri Life


Proprietario e Direttore Editoriale: Dott. Rocco Della Corte
In redazione: Giuseppe Mommo, Pier Luigi Starace, Antonio Della Corte.

Orari di apertura della Redazione (su appuntamento)
Sede: Via IV Novembre, 11 - 00049 Velletri (RM)

Dal Lunedì al Venerdì: 9,30-13,00
Sabato e Domenica: Chiuso.
Redazione web sempre operativa

Note legali e pubblicità
Publiredazionale
Vendita spazi pubblicitari

Info pubblicità: marketing@velletrilife.com

Modalità di pubblicazione


Le collaborazioni con il Giornale sono da considerarsi del tutto gratuite e volontarie, salvo diverso accordo scritto con la Redazione. Tutti i collaboratori non hanno pertanto introiti e svolgono questo lavoro per sola passione. I materiali spediti in Redazione via email (articoli, immagini, interviste, etc) non verranno in nessun caso restituiti.
La Redazione si riserva di pubblicare o meno i contenuti ricevuti a proprio insindacabile giudizio. Per la riproduzione o la citazione di articoli, immagini e/o contenuti è gradita una richiesta specifica via email. Talvolta vengono utilizzate immagini di repertorio tratte dal web: controlliamo scrupolosamente la fonte, ma qualora doveste ravvisare la presenza di immagini di vostra proprietà qui pubblicate inviateci una email e provvederemo a rimuoverle immediatamente.