Sostieni l'editoria indipendente, fai una donazione volontaria a Velletri Life
IBAN: IT40H0760114800001030033649

intestato a Rocco Della Corte

15/05/2021 "Versetti che fanno discutere": il Vangelo di don Gaetano Zaralli    |     15/05/2021 “Salviamo il pianeta”: alla scoperta del libro della giovanissima Lisa Caponera di “Fontana delle Rose”    |     15/05/2021 "Sicurezza Informatica e Crimini Informatici"     |     15/05/2021 Il rispetto del limite di velocità non salva l’automobilista dalla condanna per omicidio colposo    |     15/05/2021 David di Donatello per “Mi chiamo Francesco Totti”, la gioia dell’attore veliterno Massimo Annibali    |     14/05/2021 “Cittadinanza e Dialogo” al Liceo Scientifico "Landi"    |     14/05/2021 "Senza Respiro - Un anno di Covid-19", Il ringraziamento della Asl Roma 6 ai suoi operatori    |     14/05/2021 Vittorio Sgarbi alla Biennale Internazionale di Nemi dal 23 maggio al 27 giugno 2021    |     14/05/2021 Riapre la Biblioteca Fondo Antico, si accede con prenotazione     |     14/05/2021 Maggio dei libri 2021: presentazione del libro “Donne” di Alessia Mattacchioni    |    
 

CULTURA

martedì 6 ottobre 2020



















Il Teatro Tognazzi riparte con le risate fino alle lacrime di "Sali o scendo?"





Con “Sali o scendo?” si è inaugurata domenica 4 ottobre la nuova Stagione Teatrale del 'Tognazzi' di Velletri. A dare il benvenuto il Direttore Roberto Becchimanzi, che ha ringraziato il pubblico presente, e ricordato i mesi difficili, la chiusura forzata a causa della pandemia e la necessità di rendere sicura la struttura adeguando gli spazi per il distanziamento sociale che ha portato ad una riduzione dei posti offerti. Poi, finalmente l’agognata riapertura del sipario. Si è trattata di una vera e propria “Resistenza”, questa la parola usata da Becchimanzi, considerando che il Teatro Tognazzi è completamente autonomo e non usufruisce di alcun contributo pubblico. La parola è passata alla compagnia di Danilo De Santis con i suoi bravissimi interpreti, in particolare Roberta Mastromichele (Serena) che insieme allo stesso De Santis (Attilio): loro i protagonisti principali di una vicenda verosimile, di personaggi le cui storie si sovrappongono intrecciandosi a vicenda con un pizzico di egoismo e momenti di irresistibile comicità. Commedia divertentissima e dal finale imprevedibile, con i due protagonisti che vedono avverarsi la “profezia” avuta in tempi, luoghi e modi diversi e realizzatasi davanti al fatidico numero civico 36 di un’anonima strada di Roma. Una commedia da non perdere considerato il giusto mix tra comicità e riflessioni sulle vicende sentimentali e amorose dei protagonisti. Bravi anche i coprotagonisti, col “bullo” Paolo (Diego Casalis) , l’ enigmatica e “facile” Sofia (Chiara Canitano) e la terza incomoda Eleonora D'Achille. Che dire? Il classico “Buona la prima”, in considerazione dell’ affluenza di pubblico e del lungo e meritato applauso tributato agli interpreti alla fine. Resta il rammarico per la limitata disponibilità dei posti, dovuta all’osservanza delle norme anti covid. Prossimo appuntamento il 18 ottobre alle 18,00 con l’interessantissima “Coppie felicemente infelici” di Sabrina Pellegrino e la regia di Claudio Insegno.













Note Legali


Velletri Life - www.velletrilife.com

Testata giornalistica registrata con autorizzazione del Tribunale di Velletri n°13/2013 in data 11-09-2013.

Aggiornamenti quotidiani in tempo reale.
Service Provider: Aruba

Per inviare comunicati e segnalazioni:
redazionevelletrilife@gmail.com

Facebook: Velletri Life Giornale

Twitter: VelletriLife

Il sito si avvale unicamente di cookies tecnici



CONTATTI: Redazione Velletri Life


Direttore e Proprietario:
Dott. Rocco Della Corte


Orari di apertura della Redazione (su appuntamento)
Sede: Via IV Novembre, 11 - 00049 Velletri (RM)

Dal Lunedì al Venerdì: 9,30-13,00
Sabato e Domenica: Chiuso.
Redazione web sempre operativa


VelletriLife  
 
VelletriLife

Modalità di pubblicazione


Le collaborazioni con il Giornale sono da considerarsi del tutto gratuite e volontarie, salvo diverso accordo scritto con la Redazione. Tutti i collaboratori non hanno pertanto introiti e svolgono questo lavoro per sola passione. I materiali spediti in Redazione via email (articoli, immagini, interviste, etc) non verranno in nessun caso restituiti.
La Redazione si riserva di pubblicare o meno i contenuti ricevuti a proprio insindacabile giudizio. Per la riproduzione o la citazione di articoli, immagini e/o contenuti è gradita una richiesta specifica via email. Talvolta vengono utilizzate immagini di repertorio tratte dal web: controlliamo scrupolosamente la fonte, ma qualora doveste ravvisare la presenza di immagini di vostra proprietà qui pubblicate inviateci una email e provvederemo a rimuoverle immediatamente.