INTERVISTE
13/10/2020


Intervista a Giulia Ciafrei: "Il covid ci ha messo a dura prova"


Il Vice-Sindaco Giulia Ciafrei, in questa intervista, riepiloga le azioni messe in campo nel sociale dall'amministrazione e dall'Assessorato da lei guidato, oltre a commentare le ultime vicende di politica locale e nazionale. 

Vice-Sindaco Giulia Ciafrei, iniziamo questa intervista ricollegandoci alle recenti novità nel campo dei servizi sociali che l'hanno vista impegnata in prima persona come ad esempio bandi per i buoni spesa. C'è stata qualche polemica, quali misure sono state messe in campo in questo settore?

Il covid ci ha messo a dura prova, soprattutto per le misure di emergenza che hanno richiesto una grande rapidità di azione in un contesto emergenziale per tutti, abbiamo dovuto mettere in piedi non solo gli avvisi per i buoni spesa, ma anche la spesa solidale e le misure di assistenza domiciliare e di telesoccorso per le persone che durante il lock down non hanno avuto solo difficoltà economiche ma anche nel ricevere assistenza. Tanti sono stati gli attori e le attrici che hanno lavorato, ringrazio tutto l’ufficio dei servizi sociali e l’ufficio staff del sindaco, attori indispensabili per gli avvisi dei buoni spesa e per l’assistenza e la protezione civile che ha coordinato e gestito la spesa solidale con le associazioni di volontariato del territorio.

 

L'emergenza covid, come abbiamo avuto modo di vedere, ha reso ancor più nevralgico il ruolo del suo assessorato in una città con tante situazioni delicate. Rispetto al pre-lockdown, questa differenza si è vista? Con quali misure la state affrontando?

 

Come già detto, ci è stata richiesta non solo rapidità di azione ma una rimodulazione di tutti i servizi per poter garantire la sicurezza dei lavoratori e degli utenti. Posso dire con orgoglio che il Comune di Velletri è stato il primo comune del Lazio a firmare un accordo con CGIL e CISL per garantire lavoro e stipendio a tutte le lavoratrici e ai lavoratori che operano per il sociale con il nostro comune. Abbiamo dovuto rimodulare e ripensare ogni servizio, questo ha portato ad alcuni rallentamenti ma abbiamo cercato di garantire prioritariamente la sicurezza sanitaria, senza contare che le prescrizioni dovute al covid ancora non ci permettono di replicare al meglio attività che sono sempre state garantite Sicuramente però la fase di lock down ci ha fatto capire quanto è importante ascoltare il territorio e sostenerlo, anche attraverso l’informazione continua e creando canali facilitati per permettere a tutte le attività di operare, penso agli asili nido e ai centri estivi questi ultimi si sono svolti in una modalità totalmente nuova. Inoltre con il CSV Lazio, la ASL, il Comune di Lariano e il Consorzio Bibliotecario e le associazioni di Terzo Settore abbiamo dato vita ad un progetto estivo gratuito, “Stiamo Fuori”, totalmente dedicato agli adolescenti e che si è svolto con laboratori a Villa Bernabei e sul nostro territorio. Nonostante la pandemia si è creata una rete forte, collaborativa e fatta di donne e uomini che compongono la nostra comunità educante, questa ricchezza adesso va coltivata e accresciuta e lo stiamo facendo, abbiamo lanciato l’albo del Terzo settore e tra i nostri obiettivi c’è l’attuazione dei processi di coprogettazione.

 

Il Comune di Velletri è anche impegnato nella realizzazione del sistema integrato di interventi e servizi per i cittadini: cosa si aspetta da questi tavoli tematici e che risultati tangibili potranno ottenersi?

 

I tavoli tematici sono ripresi dopo il lockdown con un'altra prospettiva che va di pari passo con le nuove modalità regionali per scrivere e progettare il nostro piano di zona, sono necessari perché fanno emergere i bisogni del territorio e dall’analisi del bisogno si possono strutturare interventi specifici e realmente necessari. La progettazione richiede tempo e capacità di analisi, ma è solo attraverso di essa si può fare il grande salto, cioè evitare interventi spot, emergenziali o meramente assistenziali e ragionare sulla prevenzione e su una costruzione sistemica del sociale sul territorio, in cui il Comune si pone al centro di un coordinamento ma è uno degli attori insieme alle altre istituzioni presenti sul territorio e il Terzo settore che è una risorsa preziosissima.

 

Riguardo alla situazione politica amministrativa del Comune di Velletri, impossibile non fare un passaggio sui fatti dell'ultimo mese. Abbiamo ospitato le sue dichiarazioni riguardo alla querelle Pocci/Servadio, con le pesanti accuse dell'ex primo cittadino. Tuttavia Liberi e Uguali, per bocca del consigliere Giorgio Fiocco, ha auspicato più volte un cambio di passo soprattutto in alcuni settori... Cosa si prospetta all'orizzonte per i prossimi tre anni di governo comunale secondo lei?

 

La forza di un'amministrazione nuova è nella passione e nell’entusiasmo dei suoi elementi, il tallone di Achille sta nel trovare le modalità giuste per far sentire tutti coinvolti e partecipi e proattivi. Io credo si stia facendo un buon lavoro, la nostra pecca è comunicare nel modo più corretto gli sforzi, le difficoltà e soprattutto i risultati. Credo che Fausto vada anche ringraziato per quella brutta uscita: ci ha stimolato, ci ha fatto riflettere e sicuramente ci ha unito intorno alla figura del Sindaco.

 

Il referendum costituzionale è andato agli archivi con la vittoria del Sì. Come giudica questo risultato plebiscitario in favore del taglio dei parlamentari?

 

Io ho votato per il NO perché credo che la qualità e l’efficacia del parlamento si misuri con la qualità dei suoi rappresentanti e non con la quantità, e resto di questa opinione, non si è tagliato nessun privilegio se non il nostro diritto di rappresentanza che garantisce la democrazia. Ora mi auguro che si faccia una riforma elettorale sensata, staremo a vedere.

 

Le elezioni regionali sembrano aver riequilibrato leggermente le sorti del 'vento politico': sostanzialmente cresce FDI, si ridimensiona la Lega, resta stabile il PD. C'è un lavoro da fare nel campo progressista per arrivare diversamente alle prossime sfide, dato che non si può certo affermare che il centrosinistra abbia vinto queste regionali e amministrative?

 

Il lavoro da fare nel campo del centrosinistra è quello di trovare posizioni e programmi che ci portino uniti alle elezioni, il centro sinistra è fatto di tante anime credo che sia necessario fare uno sforzo per trovare quello che ci unisce, non quello che ci divide, e concretizzarlo nei programmi. Altro aspetto importante è quello di tornare capillarmente sui territori, abbiamo lasciato spazio e lo spazio libero viene occupato, ma se crediamo che sia il caso di riportare i nostri valori e cambiare l’approccio culturale e sociale delle nostre città è necessario ripartire dalle strade, dall’ascolto e dalla vicinanza ai cittadini. 

 

Ultima domanda su una questione che le sta a cuore: la bretella Cisterna-Valmontone. Lei è stata l'unica esponente della giunta ad esprimere la contrarietà nei confronti di quest'opera. Perchè?

 

Io ho sentito di dover prendere una posizione contraria ad un opera che ritengo obsoleta e dall’altissimo impatto ambientale, il tema della bretella non riguarda solo Velletri e le sue campagne ma anche territori vicini, penso ad esempio al Lago di Giulianello “Monumento Naturale” e a parte della via Francigena. Per quanto riguarda le opinioni degli altri non sta a me rispondere, io per il ruolo che ricopro ho sentito di dire la mia, per coerenza e correttezza anche verso me stessa e il percorso politico e sociale che faccio da anni.



Intervista a cura di Rocco Della Corte



















Note Legali


Velletri Life - www.velletrilife.com

Testata giornalistica registrata con autorizzazione del Tribunale di Velletri n°13/2013 in data 11-09-2013.

Aggiornamenti quotidiani in tempo reale.
Service Provider: Aruba

Per inviare comunicati e segnalazioni:
redazionevelletrilife@gmail.com

Facebook: Velletri Life Giornale

Twitter: VelletriLife

Il sito si avvale unicamente di cookies tecnici


VelletriLife     VelletriLife

CONTATTI: Redazione Velletri Life


Direttore e Proprietario:
Dott. Rocco Della Corte


Orari di apertura della Redazione (su appuntamento)
Sede: Via IV Novembre, 11 - 00049 Velletri (RM)

Dal Lunedì al Venerdì: 9,30-13,00
Sabato e Domenica: Chiuso.
Redazione web sempre operativa

Modalità di pubblicazione


Le collaborazioni con il Giornale sono da considerarsi del tutto gratuite e volontarie, salvo diverso accordo scritto con la Redazione. Tutti i collaboratori non hanno pertanto introiti e svolgono questo lavoro per sola passione. I materiali spediti in Redazione via email (articoli, immagini, interviste, etc) non verranno in nessun caso restituiti. La Redazione si riserva di pubblicare o meno i contenuti ricevuti a proprio insindacabile giudizio. Per la riproduzione o la citazione di articoli, immagini e/o contenuti è gradita una richiesta specifica via email. Talvolta vengono utilizzate immagini di repertorio tratte dal web: controlliamo scrupolosamente la fonte, ma qualora doveste ravvisare la presenza di immagini di vostra proprietà qui pubblicate inviateci una email e provvederemo a rimuoverle immediatamente.