Sostieni l'editoria indipendente,
fai una donazione volontaria a Velletri Life
IBAN: IT40H0760114800001030033649

intestato a Rocco Della Corte

26/01/2021 “Shoah”: conferenza per la “Giornata della Memoria” con Unitre Velletri    |     26/01/2021 Vaccino russo, un contributo al ragionamento con il dottor Fabio Taddei: focus sullo Sputnik     |     26/01/2021 Come e quanto spende il mio Comune? Da Velletri a Genzano...     |     26/01/2021 Con Nicola Lagioia viaggio nella “Città dei Vivi” in streaming per “In ascolto nei Prenestini”    |     26/01/2021 Doppio appuntamento con due autrici: attesa per Silvia Avallone e Cinzia Leone    |     25/01/2021 Pandemia a Lariano, sale a 594 il totale dei casi dall'inizio: 88 gli attuali positivi al covid-19    |     25/01/2021 Il Comune di Lariano contro il bullismo con il progetto "Blocca il bullo"    |     25/01/2021 Bruognolo (coordinatore Lega): "Subito i vaccini per gli operatori sanitari d'igiene ambientale"    |     25/01/2021 Illuminazione di via Fontana delle Fosse, la soddisfazione di Di Luzio: "Meglio tardi che mai"    |     23/01/2021 Velletri sotto shock: morto Aldo Recine, aveva 65 anni    |    








SPORT

04/01/2021

Buon anno dalla Consulta per lo Sport: signora Befana dacci una mano!


Cari concittadini e sportivi, prima di leggere siete invitati a fare un bel respiro profondo e a rilassarvi perché questo che segue è un po’ realtà e un po’ filosofia . . . (casareccia)!  Noi della Consulta allo Sport di Velletri vogliamo dare un po’ di tono e di freschezza con notizie di sport dal momento che in giro si parla solo in negativo, dappertutto. Vogliamo ridare fiducia e allegria a chi ci ruota intorno ma anche alla città che ci segue e ci ascolta. L’arrivo del corona virus ci ha in parte travolto ma ora è il momento di ridarci tono, riprenderci la vita nel miglior modo possibile. Come si dice a Napoli: 'adda passà ‘a nuttata!' e noi siamo pronti a ripartire con entusiasmo e determinazione. Ora, nel delicato momento che viviamo anche lo sport che comunemente coinvolge tanti atleti e in certi casi addirittura delle folle grandissime, paga un po’ il dazio e si allinea alla “mala sorte”; questa è una situazione difficile ed imprevedibile che stiamo vivendo ed alla quale abbiamo certamente dato una mano con uno stile di vita “leggero” e basato sull’arrivismo sfrenato. Attualmente lo sport è possibile ma solo “senza contatto” con ampi distanziamenti e niente uso di spogliatoi, altro luogo in genere di crescita sociale e di aggregazione. Ora si può lavorare solo in modo individuale, ma si può fare. Allora necessariamente facciamo di necessità virtù! Aggiungo la mia idea personale che è quella di trarre l’utile dal momento diverso; già tante società sportive lo stanno facendo pur nelle difficoltà. Utile vuol dire spingere il lavoro a livello individuale e indirizzare bambini e ragazzi alla ricerca delle qualità personali ed igieniche dandogli nozioni sportive, educative e sociali con necessarie regole anti COVID. E’ il momento di battere di più sulle educazioni invece che sui risultati; sul formarsi una coscienza sportiva utile alla salute ed al benessere personale e sociale invece di mirare alla medaglietta “tanto perché ti premio” (da distinguersi con quelle di merito vero e di alto livello che sono frutto di un lavoro). Dobbiamo approfittare per impartire una lezione (allenamento) individualizzata ed inculcare i vantaggi dello sport prima di tutto con i conseguenti grandi benefici sulla salute fisica e psichica, sulla crescita libera e personale, sul saper scegliere e decidere, sulle variabili e sulle differenze umane come valore aggiunto: 'non conta vincere ma fare bene' ; ora soprattutto, questa è la prima vittoria! È chiaro che ogni maestro di sport è un educatore e questo lo sa benissimo; spesso però le necessità imposte dalle federazioni, dai media e dalle non sempre coscienti aspettative delle famiglie (poco guidate sui veri valori sportivi), tende a modificare il lavoro ed a renderlo troppo specifico e deviante. Bene, dico io, approfittiamone per dare qualcosa di più e per far crescere i nostri ragazzi con la consapevolezza che lo sport è vita, salute, ricreatività, conquista di profonde sensazioni. In questo periodo noi, Consulta dello Sport per la città di Velletri, ci siamo. Le società sono in continua evoluzione, molte si sono adeguate presto ed hanno mostrato una grande coscienza sociale e professionale adeguando le attività e riducendo i numeri degli atleti presenti contemporaneamente; hanno impiegato quindi gli istruttori per più ore e soprattutto stanno facendo un meritevole lavoro di educazione sanitaria e di rispetto delle regole anti-covid. Tutte quelle società operative, sia nei centri comunali che provinciali e in quelli privati stanno applicando i protocolli dei DPCM e delle rispettive Federazioni. Alcuni esempi (non esaustivi): al Palazzetto Bandinelli dove le 4 ASD presenti (Res Novae, Xistos, Toukon, I Dance) hanno istituito, insieme al responsabile dell’impianto, percorsi personalizzati, misurazione della temperatura corporea, sanificazione delle mani e sostituzione delle scarpe ecc. ; un lavoro scrupoloso che sta azzerando i rischi. Palestra di Colle palazzo: lo Skating ha predisposto le stesse attente misure con le ovvie segnalazioni. Presso il centro Sportivo Vittorio Recine la società di calcio VJS ha attuato per bene l’intero protocollo sia con l’agonistica che con la Scuola Calcio e sistemato una segnaletica chiara e permanente per guidare gli utenti, i genitori aspettano fuori o tornano poi. Il Tiro a Segno: la Sezione ha predisposto dei percorsi delineati da frecce, viene misurata la temperatura e fatto firmare il foglio covid a chiunque entri e in caso dei minorenni devono essere accompagnati da un genitore che firma il covid, ogni giorno, si sono potuti allenare solamente i ragazzi che hanno partecipato a gare federali e poi solamente chi ha partecipato ai campionati italiani in quanto lo stand a 10m aria compressa é indoor. Ad ogni fine turno viene sanificato tutto e ad ogni fine giornata viene sanificato e pulito tutto lo stand. Il Tiro a Segno ha partecipato ai recentissimi campionati italiani tra individuali e squadre. Il Team Karate ha svolto attività in video conferenza per tutto il periodo del lockdown proseguendo il programma annuale con non poche difficoltà, prima del secondo lockdown aveva ripreso attività nel rispetto delle disposizioni anticovid e i ragazzi erano ritornati in gran parte ad allenarsi sul tatami nel rispetto delle regole. Come vedete un grande sforzo organizzativo ed anche economico a beneficio dei nostri ragazzi: “noi ci crediamo nella validità della pratica sportiva”. Nonostante ciò, alcune società non hanno ancora potuto riprendere le attività perché costrette da diverse difficoltà. Notifichiamo alcune attività dell’ASD della Consulta: Skating: la squadra dei Castelli Romani (campionato nazionale serie B) di hockey prosegue le attività ufficiali con le gare di campionato perché a livello nazionale è consentito con le verifiche di salute dei test covid e l’eventuale esclusione delle positive; le ragazze del pattinaggio artistico si stanno preparando alle gare federali di gennaio. I ragazzi del gruppo Parakarate ( Toukon Karate Do) hanno continuato le attività previste dal loro specifico protocollo e poi partecipato al campionato nazionale CSEN riservato alle cinture marrone e nere nella specialità Kata (simulazione senza contatto) che, proprio perché rappresenta un combattimento simulato con più di un avversario, è consentita anche in questo periodo. Il Fuji Yama avrebbe dovuto festeggiare il 60° anno di attività ma ha coscienziosamente spostato la cerimonia al prossimo anno in attesa di un momento utile per dare soddisfazione e il giusto valore a questa storica società di Velletri. La Xistos di ginnastica ritmica ha festeggiato il suo 25° anno di attività in forma soft e svolto alcuni saggi in videoconferenza. Tutte le società di ginnastica veliterne (artistica, ritmica, aerobica, trampolino) affiliate alla Federazione Ginnastica d’Italia , relazionandosi a vicenda, hanno riorganizzato la loro attività, esclusivamente per i settori pre agonistici e agonistici la cui programmazione sportiva prevede la partecipazione ai Campionati Nazionali. Anche qui ricordiamo che tutte le attività a livello nazionale ed oltre sono state confermate; poi ogni società in base alle necessità legate al COVID può decidere o meno di partecipare alle gare. Top Runners: da inizio ottobre, la Professoressa Marina Marinelli Tecnico Istruttore Federale, è entrata nei ranghi della Amatori Top Runners Castelli Romani. Con il suo ingresso la Associazione ha inaugurato l’attività di Atletica Leggera per le categorie giovanili, nello specifico esordienti, ragazzi, cadetti, allievi, juniores e promesse. Questo spostamento verso i giovani ha dato tanto entusiasmo e già dopo soli due mesi si cominciano a vedere dei frutti. La prof. Marina e il suo Team allenano due dozzine di ragazzi/e agonisti, mentre sotto forma di gioco, correre – saltare – lanciare, è iniziata anche l’Accademia di Atletica Leggera dedicata ai più piccini dai 4 anni in su, che ha già raccolto una dozzina di piccoli. Insomma un raggio di sole in un mondo al buio; questo dal Presidente Mauro De Marzi. Ci troviamo nel bel mezzo di quelle che erano le Feste più attese dell’anno, quelle natalizie. Abituati per decenni a raccoglierci in una delle abitazioni famigliari per trascorrere diverse ore insieme in allegria tra cena e giochi tradizionali… con tombolata, panettone e torrone, ciambelline e spumante…, ma adesso siamo parecchio spaesati. Sicuramente molti di voi, soprattutto chi è più avanti negli anni, è riuscito a “ricamare” tante volte con i numeretti della tombola e le classiche battute tipo: ”90, la paura”; oppure “22, le carozzelle”, ecc. Ci siamo divertiti e anche impazziti per segnare i numeri delle cartelle con scorze di buccia d’arancia, o lenticchie, o molliche ecc. Siamo diventati esperti a “fintare” un terno o una quaterna. . . Nella tombola c’erano tutti a partecipare dai nonni ai nipoti: che gazzarra ed incroci di chiacchiere e battute. Poi sul tardi, c’era il tavolo dei grandi dove si giocava rigorosamente all’Asino mentre i bambini e ragazzetti, solo a volte potevano assistere. In quel clima caldo e riservato, con giocate a volte audaci e con rigorose regole si scatenavano le qualità di ognuno. Bene! Anzi male! Natale diventa più soft: è la necessità e l’incertezza della vita che modifica “le regole delle carte”. È giusto il caso di ricordare che la variabilità e l’imprevisto sono in prima linea nella vita e sempre nello SPORT. Questo per il momento, senza nulla togliere alle altre ASD della Consulta costrette ad aspettare un momento migliore per ripartire: pronti a sostenerle ed a sostenerci a vicenda, questo è il nostro spirito. Intanto siamo un po’ in attesa prima di ripartire con l’organizzazione interna.


















Note Legali


Velletri Life - www.velletrilife.com

Testata giornalistica registrata con autorizzazione del Tribunale di Velletri n°13/2013 in data 11-09-2013.

Aggiornamenti quotidiani in tempo reale.
Service Provider: Aruba

Per inviare comunicati e segnalazioni:
redazionevelletrilife@gmail.com

Facebook: Velletri Life Giornale

Twitter: VelletriLife

Il sito si avvale unicamente di cookies tecnici


VelletriLife     VelletriLife

CONTATTI: Redazione Velletri Life


Direttore e Proprietario:
Dott. Rocco Della Corte


Orari di apertura della Redazione (su appuntamento)
Sede: Via IV Novembre, 11 - 00049 Velletri (RM)

Dal Lunedì al Venerdì: 9,30-13,00
Sabato e Domenica: Chiuso.
Redazione web sempre operativa

Modalità di pubblicazione


Le collaborazioni con il Giornale sono da considerarsi del tutto gratuite e volontarie, salvo diverso accordo scritto con la Redazione. Tutti i collaboratori non hanno pertanto introiti e svolgono questo lavoro per sola passione. I materiali spediti in Redazione via email (articoli, immagini, interviste, etc) non verranno in nessun caso restituiti. La Redazione si riserva di pubblicare o meno i contenuti ricevuti a proprio insindacabile giudizio. Per la riproduzione o la citazione di articoli, immagini e/o contenuti è gradita una richiesta specifica via email. Talvolta vengono utilizzate immagini di repertorio tratte dal web: controlliamo scrupolosamente la fonte, ma qualora doveste ravvisare la presenza di immagini di vostra proprietà qui pubblicate inviateci una email e provvederemo a rimuoverle immediatamente.