Sostieni l'editoria indipendente,
fai una donazione volontaria a Velletri Life
IBAN: IT40H0760114800001030033649

intestato a Rocco Della Corte

28/02/2021 Quello che resta della grande villa (oggi sepolta) del princeps Augusto a Velletri    |     28/02/2021 Un libro per tutti i ragazzi della prima media di Lariano    |     28/02/2021 "Campanili e minareti": il "Vangelo" di don Gaetano Zaralli    |     27/02/2021 Un giovane precipita da un palazzo in via San Biagio: interviene l'eliambulanza    |     27/02/2021 Addebito della separazione al marito che contattava online a pagamento altre donne    |     27/02/2021 Il Lazio si salva: resta zona gialla. Aumentano i casi in Regione    |     27/02/2021 Da lunedì 1 marzo parte la campagna vaccinale da parte dei Medici di Medicina Generale (MMG)    |     27/02/2021 Guido Catalano alla Mondadori di Velletri con le sue "Fiabe per adulti consenzienti"    |     26/02/2021 Il Sindaco Pocci replica a Servadio: "Si fa ammaliare dal canto delle sirene delle opposizioni"    |     26/02/2021 “Mo’ commànneno loro!”    |    

ATTUALITÀ

sabato 23 gennaio 2021























































CRESCITA E CIBO

Pillole di nutrizione: parola al biologo e tecnologo alimentare



 


Ippocrate descriveva in questo modo la variazione della richiesta energetica con l’età: “ I corpi che stanno crescendo hanno il più elevato calore interno; essi, quindi richiedono la massima quantità di cibo, altrimenti deperiscono. Nelle persone anziane, il calore è poco e, quindi, esse hanno la necessità di una scarsa quantità di carburante, perché, come accade con la fiamma, con molto si spegne”. Gli antichi Greci utilizzavano forme di dietoterapia, ma erano ben lontani dal comprendere la natura chimica dei cibi. Intorno al 1670, Sydenham, un medico inglese, comprese l’importanza del ferro nel trattamento della clorosi( anemia ferrocarenziale ) e, circa un secolo dopo, Lind mise in relazione l’insorgenza dello scorbuto con il mancato consumo di frutta e verdura fresche. Un aspetto molto importante in ambito nutrizionale è la qualità della dieta ovvero, il rapporto tra nutrienti ed energia. Cosa significa? Il concetto è quello che una dieta deve contenere una concentrazione di nutrienti tale che, quando l’individuo cessa di mangiare perché ha introdotto sufficiente energia, abbia consumato anche tutti i nutrienti essenziali in quantità adeguate. Quando ciò non avviene, si parla di “calorie vuote” in quanto non apportano nulla dal punto di vista nutrizionale, e molti alimenti presentano questo problema, pensiamo ad esempio allo zucchero o alle bevande alcoliche. Prendiamo invece i semi, che siano un cibo migliore per l’uomo rispetto alle loro trasformazioni industriali è una credenza che risale a molto tempo fa, a subito dopo la creazione dell’uomo… Sono quindi cibo vivo, generatore di vita, non cibo morto. Ma allora c’è differenza tra mangiare cibo vivo e cibo morto? Il cibo è solo chimica e calorie, come sostiene la nutrizione accademica? O è anche capace di trasmettere informazione? Di conferire energie che influenzano anche la nostra mente? La scienza accademica è ben lontana da saper fornire risposte a queste domande. Sappiamo che abbiamo bisogno di carboidrati, di proteine, di lipidi, di vitamine e sali minerali. Pian piano la scienza sta scoprendo che è meglio mangiare nella prima parte della giornata (mattina e pranzo) e poco alla sera, che è meglio mangiare poco ed ogni tanto digiunare, che per essere concentrati ed efficienti è meglio evitare tutto quello zucchero… L’Ayurveda definisce cibo sattvico, cioè “puro”, leggero, alimenti che portano all’armonia e all’equilibrio, come ad esempio semi, noci, frutta, verdura, yogurt ed oli di prima spremitura. All’opposto, cibi a base di carne o comunque di derivazione animale in generale, sono considerati tamasici, ossia pesanti a livello energetico, mentre sostanze come caffè, tè, alcol, sono considerate cibi rajasici e promuovono l’attività. Recentemente sono stati compiuti studi molto importanti sugli effetti del digiuno serale o del mangiar poco a cena. Perchè? Il digiuno è una pratica di rispetto per il corpo: mette a riposo tutti gli organi concedendo loro una sorta di “vacanza”, affinché si dedichino al loro riequilibrio e rigenerazione. Introducendolo gradualmente nella nostra vita diventa un’abitudine sostenibile, il digiuno più semplice è quello serale. L’indicazione del Budda era che dopo il pasto di mezzogiorno non si mangiasse più nulla fino al mattino successivo, come avviene ancora oggi nei monasteri buddisti sull’Himalaya, dove si beve una tazza di tè con burro di yak verso metà pomeriggio e si digiuna fino al mattino successivo.













Note Legali


Velletri Life - www.velletrilife.com

Testata giornalistica registrata con autorizzazione del Tribunale di Velletri n°13/2013 in data 11-09-2013.

Aggiornamenti quotidiani in tempo reale.
Service Provider: Aruba

Per inviare comunicati e segnalazioni:
redazionevelletrilife@gmail.com

Facebook: Velletri Life Giornale

Twitter: VelletriLife

Il sito si avvale unicamente di cookies tecnici



CONTATTI: Redazione Velletri Life


Direttore e Proprietario:
Dott. Rocco Della Corte


Orari di apertura della Redazione (su appuntamento)
Sede: Via IV Novembre, 11 - 00049 Velletri (RM)

Dal Lunedì al Venerdì: 9,30-13,00
Sabato e Domenica: Chiuso.
Redazione web sempre operativa


VelletriLife  
 
VelletriLife

Modalità di pubblicazione


Le collaborazioni con il Giornale sono da considerarsi del tutto gratuite e volontarie, salvo diverso accordo scritto con la Redazione. Tutti i collaboratori non hanno pertanto introiti e svolgono questo lavoro per sola passione. I materiali spediti in Redazione via email (articoli, immagini, interviste, etc) non verranno in nessun caso restituiti.
La Redazione si riserva di pubblicare o meno i contenuti ricevuti a proprio insindacabile giudizio. Per la riproduzione o la citazione di articoli, immagini e/o contenuti è gradita una richiesta specifica via email. Talvolta vengono utilizzate immagini di repertorio tratte dal web: controlliamo scrupolosamente la fonte, ma qualora doveste ravvisare la presenza di immagini di vostra proprietà qui pubblicate inviateci una email e provvederemo a rimuoverle immediatamente.