Sostieni l'editoria indipendente, fai una donazione volontaria a Velletri Life
IBAN: IT40H0760114800001030033649

intestato a Rocco Della Corte

22/04/2021 "Intorcinati dentro a 'na bandiera": riapre la Mostra a Velletri    |     22/04/2021 Il dolore di Velletri e Lariano per il 43enne infermiere Fabio Errera morto di covid-19    |     22/04/2021 Il Liceo Landi di Velletri primo in Italia nella competizione nazionale di Robotica "MARRtino rover hackaton"    |     22/04/2021 Iniziano le vaccinazioni in Carcere: il vaccino sarà il Moderna    |     22/04/2021 La Xistos riparte….. dal podio    |     21/04/2021 In Consiglio cambia l'assetto, l'addio di Italia Viva alla maggioranza Pocci    |     21/04/2021 Linea Caesar, sospese le estumulazioni dei caduti veliterni durante la Guerra    |     21/04/2021 Aggressione di Colleferro, fermati due giovani: pugni e calci ad un ragazzo    |     21/04/2021 La Lega Arcobaleno scrive al Sindaco Pocci per il regolamento sull'assistenza domiciliare a Velletri    |     20/04/2021 Meglio non farlo sapere ai bambini    |    
 

CULTURA

venerdì 26 marzo 2021



















TESTIMONIANZA

Pio e Augusto, due cittadini di Velletri martiri delle Fosse Ardeatine: il ricordo della nipote Anna





I due martiri, Pio e Augusto Moretti, vittime della rappresaglia delle Fosse Ardeatine erano i fratelli di mia madre. A loro è stata dedicata, nel 1982, la scuola elementare di Ponte di Mele.

 

I miei genitori avevano la vigna a Contrada Paganico e si rifugiarono nella grotta di famiglia: erano una quindicina di persone. Nascosero un americano, forse un ranger proveniente dalla battaglia di Cisterna, che fu una delle più cruente. Di circa 700 rangers se ne salvarono soltanto una decina. Ci fu una spiata, però, e il 7 marzo arrivarono i tedeschi, caricarono tutti su un camion, compreso mio nonno che era stato operato all’anca e mia madre visibilmente incinta.

 

Furono portati tutti a Roma, tranne mio nonno, che intralciava la colonna, e mia madre. Loro furono spediti a Viterbo. Gli altri furono rinchiusi nel carcere romano di Regina Coeli. Dopo la liberazione di Roma, a luglio del 1944 arrivò una comunicazione che invitava a recarsi alle Fosse Ardeatine per l’eventuale riconoscimento delle salme.

 

Mia madre andò sola… Quello che vide le procurò malesseri per il resto della sua vita, riconobbe i suoi fratelli Pio e Augusto Moretti dagli abiti che ancora indossavano dal giorno della cattura.

 

Mia madre racconta che durante il tragitto da Roma a Viterbo un tedesco voleva spararle sulla pancia per vedere se suo figlio fosse maschio o femmina. Fu dissuaso da un altro tedesco perché disse che il nascituro poteva essere un maschio utile per le guerre future.













Note Legali


Velletri Life - www.velletrilife.com

Testata giornalistica registrata con autorizzazione del Tribunale di Velletri n°13/2013 in data 11-09-2013.

Aggiornamenti quotidiani in tempo reale.
Service Provider: Aruba

Per inviare comunicati e segnalazioni:
redazionevelletrilife@gmail.com

Facebook: Velletri Life Giornale

Twitter: VelletriLife

Il sito si avvale unicamente di cookies tecnici



CONTATTI: Redazione Velletri Life


Direttore e Proprietario:
Dott. Rocco Della Corte


Orari di apertura della Redazione (su appuntamento)
Sede: Via IV Novembre, 11 - 00049 Velletri (RM)

Dal Lunedì al Venerdì: 9,30-13,00
Sabato e Domenica: Chiuso.
Redazione web sempre operativa


VelletriLife  
 
VelletriLife

Modalità di pubblicazione


Le collaborazioni con il Giornale sono da considerarsi del tutto gratuite e volontarie, salvo diverso accordo scritto con la Redazione. Tutti i collaboratori non hanno pertanto introiti e svolgono questo lavoro per sola passione. I materiali spediti in Redazione via email (articoli, immagini, interviste, etc) non verranno in nessun caso restituiti.
La Redazione si riserva di pubblicare o meno i contenuti ricevuti a proprio insindacabile giudizio. Per la riproduzione o la citazione di articoli, immagini e/o contenuti è gradita una richiesta specifica via email. Talvolta vengono utilizzate immagini di repertorio tratte dal web: controlliamo scrupolosamente la fonte, ma qualora doveste ravvisare la presenza di immagini di vostra proprietà qui pubblicate inviateci una email e provvederemo a rimuoverle immediatamente.